Lost: «Jack Shepard è pronto per la sua redenzione»

* È passato del tempo sull’isola,  ancora una stagione e chiuderà il sipario.  Il dottor Jack è diventato vittima di sè stesso: poche carte in mano, un’ossessione impossibile chiamata Kate, lo sguardo invecchiato. Dal vivo conserva la spocchia del personaggio, è pure un gran fico, beato lui. Promette la sua redenzione. Sarà un sacrificio a testa bassa o riuscirà a vendicarsi degli sceneggiatori che sembrano averlo messo all’angolo?

matthew fox

Al Roma Ficton Festival irrompe Lost. Oltre all’amato e odiato Matthew Fox, ovvero il dottor Jack Shepard, a lungo leader dei sopravvissuti, lucido, razionale e bello, ci sono gli autori e produttori esecutivi Damon Lindelof e Carlton Cuse e il regista Jack Bender. I due burattinai della serie televisiva che ha trionfato in tutto il mondo, il primo un trentaquattrenne in completo nero e l’aria da furbino, l’altro un cinquantenne dal volto beckettiano, fanno capire che la sortita romana è una felice eccezione: «Siamo molto impegnati, lunedì cominceremo a scrivere la sesta, è l’unica cosa che penseremo per mesi. È incredibile essere qui perché conduciamo una vita monastica, l’unica regola certa per costruire uno show tv».

Non è ancora il momento, dunque, di tornare in scena per il dr. Shepard che nel nel frattempo si può fumare anche una sigaretta, anche se in cinque anni di isola, non lo abbiamo mai visto fumarne una. Sarà questa una delle sorprese? Complice una recente dichiarazione al Festival della Televisione di Montecarlo, tutti sono convinti che Jack sia l’unico tra gli attori a conoscere la fine di “Lost”. Rivolgiamo a lui la domanda.

«Ho un’idea, anzi una immagine della scena finale. Ho dedicato molto tempo della mia vita, sono stato cinque anni a stretto contatto con il personaggio e con Damon. Mi sono fatto un’idea abbastanza precisa di quello ha in mente Damon ma questo non vuol dire che so come andrà a finire. Un conto è l’idea, un’altra il contenuto dei dialoghi e dei testi. Gli sceneggiatori hanno dato solo alcune informazioni, e solamente ad alcuni di noi e in maniera diversa. Soprattutto dove c’è una questione di vita e di morte. Non so se io conosco un finale e gli altri ne conoscono un altro».

Sarà difficile uscire dal personaggio di Jack Shepard dopo 98 episodi e sei stagioni di avventure. Come immagina il suo futuro?
Interpretare Jack Shepard ha coinvolto la mia famiglia, vivo lì alle Hawaii. Il primo cambiamento sarà andare via. La prima volta che ho letto la sceneggiatura ero seduto in un ufficio della Disney. La puntata pilota, straordinaria. Sono orgoglioso di questa esperienza. Ho ancora altri otto mesi di lavoro che mi voglio gustare, ma sono già allenato a questi cambiamenti. Ho fatto due film di successo, sto lavorando con Warner. Aspetto con grande ansia questo momento. Ma il futuro è ancora un punto interrogativo.

Nessun’altra serie tv ha una voce su Wikipedia densa come “Lost”. Cosa vuol dire lasciare alle spalle la complessità di una serie televisiva del genere? Come si è difeso da questa densità di personaggi e riferimenti?
In realtà la mia occupazione principale è stata seguire la vicenda personale di Jack Shepard, la sua linea del tempo cronologica, non mi occupo dello show nella sua interezza, non riesco a tenere traccia di tutto quanto, è difficile per il pubblico e Lostpedia sta lì a dimostrarlo. Ormai conosco davvero tanto di questo personaggio, presente passato e futuro, posso concentrarmi solo su di lui.

Saltare sul volo della Oceanic Airlines è stato un bell’azzardo? Per attori e produttori niente è stato chiaro fino al rinnovo del contratto della serie, dalla terza alla sesta stagione.
L’idea di pensare alla sfida è una cosa che non mi è mai venuta in mente, come attore. È molto pericoloso avvicinarsi a progetti simili avendo in mente queste preoccupazioni. Ero rimasto colpito dalla sceneggiatura, dalla premessa, e dall’idea di dove potevamo arrivare. La presa di coscienza del successo non è stata a livello mondiale, ma americano. Quando alla prima puntata c’è stato un ascolto di venti milioni di persone. Poi girando in Europa e nel mondo ho capito tutta la passione per Lost.

Ha mai avuto paure che nonostante la sua fama all’interno della trama, di uscire dalla sceneggiatura?
Non ho mai pensato che fossi al sicuro, se mi avesse chiamato Damon avrei sostenuto la loro scelta. Non è possibile non considerare il rischio di uscire, una volta a bordo di un’avventura come “Lost”. Il rischio fa parte di “Lost” e dell’anima dei personaggi principali. Non è come con Star Trek dove quelli con la camicia rossa sono gli unici che devono morire.

L’isola offre molte possibilità di cambiamento ai personaggi. Questa stagione acuisce il conflitto con Sawyer, bello e dannato, che sembra essere maturato fino a divenire leader. E Jack?
Mi aspettavo questa questa possibilità di leadership. Mi ha fatto piacere perché ho lavorato di meno… Ora il conflitto si scioglie. Jack si abbandona al suo destino, non è più molto razionale, aspetta che le cose che accadono.

Ma questo abbandono non è un dispetto degli sceneggiatori ?
No non credo che sia ingiusto, credo sia una cosa molto bella. Vedrete una parte eroica di Jack come non l’avete mai vista. Puro destino. Tutto il senso di ”Lost” è la redenzione, una redenzione completa. Jack sta aspettando il suo momento, il suo sacrificio, ma la sua redenzione sarà belllissima.

One thought on “Lost: «Jack Shepard è pronto per la sua redenzione»”

  1. vista l’ultima puntata doppia di Lost serie 5…
    fantastica!!! le donne sono le vere leader dell’isola… quanto dobbiamo aspettare per la sesta serie?

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...